Sondaggi: 5 tecniche per ottimizzare le vendite

//Sondaggi: 5 tecniche per ottimizzare le vendite

Sondaggi: 5 strategie per migliorare le vendite

I sondaggi possono essere un valido strumento per migliorare le vendite online tramite il tuo sito, il tuo blog o altro portale di web marketing.

Questo perché, tramite i sondaggi puoi conoscere le esigenze del tuo pubblico e indirizzare al meglio l’organizzazione della tua attività. Per aiutarti in questo compito, ecco 5 strategie per migliorare le vendite con i sondaggi.

1. Individua il tuo target di riferimento


Il sondaggio per il marketing è uno strumento che può essere utilizzato nei più disparati settori e per le più diverse finalità. Infatti, i poll possono essere indirizzati ai sondaggi politici, alle attività di ricerca e sviluppo delle più diverse realtà aziendali e, per quanto qui di interesse, per le ricerche di mercato e sulla clientela.

Questo ci permette di farti capire che il primo passo per ottimizzare i sondaggi per il tuo sito di web marketing è necessario aver ben presente il target di riferimento e gli obiettivi che vuoi perseguire: solo così potrai calibrare al meglio il questionario e migliorare l’engagement del tuo pubblico.

2. Scegli le domande da sottoporre ai tuoi clienti


Proprio sotto quest’ultimo profilo, la creazione dei sondaggi online ti permette di raccogliere informazioni preziose per orientare la tua attività di vendita. A patto, ovviamente, che tu scelga le domande giuste per i tuoi clienti e le formuli in modo tale da essere semplici e apprezzabili da un pubblico più ampio possibile.

In questo senso, può essere utile fornire domande a risposta multipla rispetto alle opinioni che ti interessano, o, in alternativa, utilizzare indici di gradimento (come un sistema a stelle, da 1 a 5) per valutare la soddisfazione rispetto ad un servizio.

3. Individua il campione


Parimenti essenziale è individuare un campione di riferimento. La gestione del pubblico sotto il profilo sociologico, infatti, ti permette di ottenere attinenza e pertinenza dei sondaggi e guadagnare così visite e aumentare le vendite.

A questo fine, i parametri da valutare possono essere: il genere e l’età dei potenziali clienti, l’appartenenza geografica, il grado di istruzione e così via. Ne consegue che dovrai studiare bene questi fattori prima di creare il tuo sondaggio.

4. Utilizza i moduli Google


Dopo aver valutato la parte teorica, qualche consiglio per mettere in pratica tutto quello che hai appreso. Creare un sondaggio da solo può sembrare difficile per chi non possiede le giuste conoscenze. Ecco in tuo soccorso alcuni strumenti gratuiti, come i moduli Google per i sondaggi.

Attraverso la nota piattaforma, infatti, potrai creare documenti (da condividere e scaricare a tuo piacimento) che raccolgono le opinioni del pubblico rispetto ai questionari che avrai creato.

5. Avvaliti di strumenti professionali


Se però vuoi ottenere dei risultati più approfonditi, è necessario rivolgersi a dei tool per sondaggi a pagamento, strumenti che ti permettono di generare form e altri strumenti da utilizzare direttamente sul tuo sito.

Un esempio di questo genere è rappresentato da Typeform, che ti permette di gestire moltissime domande, formulare gradi e risposte avanzate e di gestire i risultati con l’integrazione multipiattaforma. Altro strumento dedicato è Surveymonkey, piattaforma che ti permette di creare sondaggi online da inviare direttamente ai clienti che ti interessano, di analizzare i dati ottenuti e molto altro ancora.

2019-01-15T17:45:40+00:00martedì 15 Gennaio 2019|News|