Immagini Google: come ottimizzarle e guida SEO

//Immagini Google: come ottimizzarle e guida SEO

Immagini Google: come ottimizzarle e guida SEO

Spesso e volentieri negli ultimi tempi si sente parlare di SEO e ottimizzazione immagini Google. Questa sigla che sta per Search Engine Optimization, tradotto in italiano come ottimizzazione motori di ricerca, è un parametro che si applica nel mondo del web. Attraverso la SEO il proprio sito può ricevere maggiori visite nell’arco di un determinato periodo di tempo è può essere messo nei primi risultati di una ricerca Google. Comunque, chi ha un sito deve sapere che anche le immagini che usano devono essere ottimizzate in ottica SEO. Come è possibile fare ciò?

Come ottimizzare le immagini Google?


In primo luogo, per ottimizzare le immagini Google in ottica SEO c’è bisogno che il motore di ricerca le riconosca. In primo luogo può essere utile impostare l’Alt come parola identificativa dell’immagine che si andrà a caricare la keyword della pagina o del sito. In questo modo Google riconoscerà automaticamente la foto in quanto la assocerà come parte integrante della pagina. A questo proposito è anche opportuno cambiare il nome del file immagine, specificando ancora una volta la parola chiave che si desidera. Oltre a ciò, occorre ricordare che bisogna anche impostare una giusta didascalia. La didascalia deve contenere la parola chiave ma non deve essere troppo lunga. Il consiglio è quello di mantenersi tra gli 80 ed i 120 caratteri. Grazie a questi accorgimenti il livello di punteggio SEO delle proprie immagini e del proprio sito in generale salirà di buon grado!

Che impatto hanno le immagini sul punteggio SEO?


Le immagini possono davvero fare la differenza per quanto riguarda il punteggio SEO. Non a caso, i migliori siti ottimizzati per il web sono sempre pieni e ricoperti di immagini Google di alta qualità, ben definite e con didascalie strutturate in modo preciso. Inoltre, occorre ricordare che per l’ottimizzazione SEO, è sempre bene scegliere immagini originali, che nessun altro abbia mai caricato sul web. Google tende a premiare le immagini originali che non siano duplicati di altre immagini. Inoltre, le immagini Google possono essere ricercate anche nell’apposita sezione immagini del motore di ricerca. In questo modo gli utenti avranno maggiori possibilità di scoprire il proprio sito!

Quanto contano le dimensioni delle immagini?


Anche le dimensioni delle immagini Google caricate sul proprio sito è un fattore determinante per la velocità di caricamento dello stesso.
Per questo motivo si consiglia sempre di utilizzare un plugin apposito per l’ottimizzazione delle dimensioni, come ad esempio Imagify.

In alternativa è possibile ridurre il “peso” delle immagini direttamente in fase di caricamento utilizzando servizi appositi come ad esempio Tiny.

 

2018-10-05T09:25:06+00:00 venerdì 5 ottobre 2018|News|